Lun 19 Giu 2017 | Categoria: Noi per Voi

FederSalus in prima linea nel dialogo con i decisori nazionali e comunitari

L’impegno per il riconoscimento dell’integratore alimentare presso le istituzioni nazionali e comunitarie come un presidio della salute a vantaggio dei cittadini e dell’efficienza dei servizi sanitari, rappresenta una priorità per FederSalus, a cui si ispirano tutte le attività dell’Associazione, sempre più impegnata nel dialogo con i decisori nazionali e comunitari.
 

Recentemente sono state due le occasioni che hanno visto FederSalus protagonista dell’interlocuzione con i rappresentanti del Parlamento europeo e di quello italiano.

A livello europeo, si fa riferimento al dialogo con l’On. Alberto Cirio, membro della Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI) che, su invito dell’Associazione, lo scorso 5 giugno ha fatto visita allo stabilimento industriale torinese della Farmaceutici Procemsa Spa, azienda che siede nel Consiglio Direttivo di FederSalus, costatando il valore e l’eccellenza della filiera di produzione degli integratori alimentari, ma soprattutto raccogliendo le istanze del settore.
Il valore della collaborazione con l’On. Cirio è testimoniata dalla proposta, condivisa durante l’incontro, di fissare in autunno un momento di riflessione a Bruxelles per avviare un percorso di cambiamento dal punto di vista normativo e chiedere sostanzialmente all’Unione Europa di armonizzare la normativa di un comparto che incide positivamente sul piano economico – produttivo del Paese.
 
A livello italiano, invece, si registra il successo del contributo di FederSalus a seguito dell’audizione dello scorso 31 maggio in Commissione Agricoltura del Senato della Repubblica. L’Associazione, infatti, era stata convocata per formalizzare le proprie osservazioni sulla bozza di Decreto legge relativa all’inserimento dell’indicazione obbligatoria in etichetta della sede dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento.
A seguito della consultazione, il parere tecnico presentato dall’Associazione è stato interamente recepito dalla Commissione, che ha sostanzialmente accolto tutte le osservazioni avanzate. Si tratta ovviamente di un risultato molto positivo, che ha contribuito ulteriormente all’accreditamento dell’Associazione presso le Istituzioni.
 
Inoltre, a conferma dell’obiettivo dell’Associazione di favorire un costante dialogo con le istituzioni di riferimento del settore, l’annuale appuntamento della Convention FederSalus si terrà quest’anno a Roma. La XVIII edizione “Integratore alimentare: l’innovazione nell’healthcare”, infatti, sarà una fondamentale occasione di interlocuzione dell’industria di produttori e distributori di integratori alimentari con le Istituzioni nazionali, come si evince dai tanti nomi di parlamentari e di rappresentanti ministeriali che figurano del programma dell’evento (inserire link). L’obiettivo dell’appuntamento è quello di rappresentare la solidità e l’eccellenza del comparto degli integratori alimentari, anche e soprattutto all’attenzione dei decisori pubblici di riferimento.
 
Le iniziative di FederSalus dimostrano il suo continuo impegno nel rafforzamento della credibilità del settore e nella volontà di trasferire a tutti gli stakeholder il valore del comparto, di cui fanno parte imprese dinamiche ed innovative che producono eccellenza e occupazione.