Mar 20 Feb 2018 | Categoria: Il nostro mercato

Le dinamiche del mercato degli integratori alimentari aggiornate a dicembre 2017

In base ai dati monitorati da FederSalus con riferimento ai canali farmacia, GDO e corner pharma all’interno di ipermercati e supermercati, si evidenzia che negli ultimi tre anni il mercato degli integratori alimentari ha registrato una crescita media annua (CAGR% 2015 - 2017) del 6,7% a totale mercato, in linea con quanto rilevato in farmacia in termini di valore generato (6,1%).
Nello stesso periodo ipermercati e supermercati e corner pharma hanno registrato rispettivamente un tasso di crescita media annua del 12% e del 18,5% sviluppando un valore complessivo a fine 2017 di 256 milioni di euro.
Nonostante nel mese di dicembre 2017 si osservi una flessione dei consumi rispetto allo stesso mese dell’anno precedente pari all’1,3%1, il settore degli integratori alimentari chiude il 2017 con una performance a valore del +5,9% e del + 4,1% per quanto riguarda i volumi di vendita, con un valore finale di mercato che si attesta a 2.923 milioni di euro per un totale di 212 milioni di confezioni vendute.

Negli ultimi anni si è assistito a un consolidamento dei consumi di integratori alimentari in risposta ai bisogni articolati del consumatore che vanno dal tono, rinforzo ed energia (il 35% dei consumatori ha dichiarato l’utilizzo di integratori in questo ambito), alla gestione di situazioni specifiche (28%) quali ad esempio “disturbi intestinali”, femminili o delle vie urinarie, alla prevenzione (22%), con riferimento ad esempio all’ambito cardiovascolare e alla salute delle ossa e delle articolazioni, alla promozione del benessere (15%).

Nella scelta di utilizzo degli integratori alimentari, il consiglio del medico e del farmacista è centrale per il consumatore: il 38% dei consumatori riceve un consiglio dal medico e il 37% dal farmacista.
Pur muovendosi attraverso diversi canali, il consumatore continua a privilegiare la farmacia per l’acquisto degli integratori, alla quale seguono parafarmacia e grande distribuzione. Emerge inoltre una propensione non trascurabile all’acquisto online, appannaggio di un target perlopiù femminile: il 78% degli acquirenti sono donne, con un’età media compresa fra i 44 e i 48 anni, il 68% vive al nord e il 53% ha una laurea2.
 
 
 
Fonte: elaborazioni su dati New Line Ricerche di Mercato e IRi (MAT dicembre 2016 e 2017)
 
 
Fonte: dati New Line Ricerche di mercato e Iri per FederSalus, canali farmacia e GDO – aggiornamento anno mobile terminante a dicembre 2017
2 Fonte: GfK Food Supplements Monitor per FederSalus 2017